Quando si può dare il latte vaccino ai bambini?

I consigli dei nostri esperti per capire quando sostituire il latte materno o artificiale e dare il latte vaccino ai bambini.

Tutti i genitori, prima o poi, si trovano davanti a questo dilemma: «quando si può dare il latte vaccino ai bambini?». Questo tipo di latte, nonostante le sue importanti caratteristiche nutrizionali, è sconsigliato fino al primo anno di età. Come mai? Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere per introdurre il latte vaccino nell’alimentazione dei piccoli.

–> Scopri la colazione senza latte per neonati!

Perché non bisogna dare il latte vaccino ai bambini prima dei 12 mesi?
Il latte vaccino ha delle componenti nutrizionali particolari. Ad esempio, ha più proteine, sodio e altri minerali rispetto a quello materno o artificiale. Anche lo scarso apporto di ferro e di vitamina D lo rendono inadatto alle necessità alimentari dei bambini.

Che cosa comporta bere latte vaccino troppo presto?
L’introduzione precoce del latte vaccino, nell’alimentazione dei bambini, comporta rischi abbastanza importanti, tra cui:

• squilibri alimentari
• sovrappeso
• carenza di ferro
• sovraccarico renale

Esistono delle alternative al latte vaccino?
Le alternative al latte vaccino, per i bambini, sono principalmente due: il latte materno o il latte artificiale. Esistono delle ottime varianti anche per gli adulti, come ad esempio le bevande vegetali.

Riassumendo
Il nostro consiglio per tutte le mamme e i papà in ascolto, quindi, è di allattare i bambini al seno almeno fino ai 6 mesi e di passare, poi, al cosiddetto «latte di proseguimento» o «di crescita» artificiale.

Nel caso in cui un bambino, per vari motivi, non possa essere allattato al seno, il sostituto da utilizzare nei primi 6 mesi di vita è il «latte formulato».

Non dimentichiamoci che i bambini sono tutti diversi tra loro ed è perciò fondamentale seguire soprattutto i consigli e le indicazioni del proprio pediatra.

Vuoi capire ancora meglio quando dare

il latte vaccino ai bambini? Scrivici!