Come smettere di allattare al seno senza traumi

Rispondiamo ad Ari, mamma di Margherita, che ci chiede consigli su come smettere di allattare al seno senza traumi.

I lettori ci scrivono
«Ciao a tutti,
sono mamma di una splendida bambina di nome Margherita. È la mia prima figlia e non so bene come comportarmi con lo svezzamento. Ne sento di tutti i colori tra amici e parenti, mi consigliate come smettere di allattare al seno senza traumi? Forse sono paure inutili generate dal rapporto difficile che ho da sempre con mia madre, non so. Che mi consigliate? Esistono tecniche, momenti particolari per iniziare a togliere le poppate? 
Ari»

Noi rispondiamo
Cara Ari,
quando si smette di allattare, la cosa più importante è non avere fretta. Dopo i primi 6 mesi di vita, la natura prevede un distacco tra ciò che lega la madre e il bambino al momento della nutrizione. Questo momento si chiama, appunto, svezzamento. Tuttavia, ogni bambino ha i suoi tempi e ogni bambino è un caso a sé, anche Margherita.

–> Scopri come allattare correttamente al seno!

Non esistono trucchi per smettere di allattare al seno senza traumi, esiste solo il tempo, la sensibilità e la pazienza. Una mamma ha tutte queste qualità, a volte anche senza saperlo.

Il nostro consiglio è iniziare gradualmente a togliere il latte da un solo pasto del bambino, per poi continuare un po’ alla volta appena si abitua al cambiamento. In media, puoi attendere due settimane prima di togliere una poppata e inserire un pasto. Allo stesso tempo, usa un tiralatte per eliminare il latte in eccesso dal seno, ma non svuotarlo completamente: il tuo corpo deve capire che è arrivato il momento di diminuire le dosi e di iniziare a rallentare la «produzione».

Vivi questo momento in armonia, insieme a tua figlia: la scoperta dei sapori arricchirà la sua e la tua vita rendendola ancora più bella di quanto lo era prima (sì, può sembrare impossibile, ma è così).

Vuoi saperne di più su come smettere di allattare

al seno senza traumi? Contattaci!