Attività fisica per disabili: alcuni esercizi utili

sport disabili

Fare con costanza esercizio fisico è importante per tutte le persone. Serve non solo a mantenere attivi i muscoli e a sentirsi più in forma, ma anche a vivere meglio e in salute. Semplici camminate ogni giorno possono dare grandissimi benefici all’organismo, possono ad esempio evitare alcune patologie cardiache e migliorare notevolmente l’umore. Per questo l’attività fisica è caldamente consigliata anche alle persone con disabilità fisica e mentale.

In particolare, si consiglia una pratica sportiva di gruppo, grazie alla quale potersi inserire in un contesto sociale, relazionarsi con le persone e di conseguenza mantenere il contatto con il mondo. Chi convive con disabilità può divertirsi praticando moltissimi sport a più livelli: dalla pallacanestro al nuoto, dall’equitazione al tennis da tavolo e moltissimo altro ancora, la scelta non manca.

Prima di affrontare un vero e proprio sport, è bene iniziare allenamenti leggeri che rafforzino la muscolatura un po’ alla volta, senza esagerare.

Ecco quindi alcuni esercizi di ginnastica per disabili, da svolgere tranquillamente a casa o in palestra assieme a un istruttore specializzato.

Ovviamente questi sono solo degli spunti: il tuo medico o il tuo fisioterapista sapranno consigliarti anche altri esercizi adeguati alle tue esigenze. Ricorda però che per ottenere risultati bisogna svolgere questi esercizi almeno un giorno sì e uno no. L’ideale sarebbe trovare ogni giorno il tempo per mantenere attivo il fisico, ma l’importante è non smettere di punto in bianco o si dovrà ricominciare ogni volta daccapo.

  • Inizia sempre con un po’ di stretching, è fondamentale per evitare crampi e fastidi. Distendi la parte superiore del dorso girando prima il collo da una parte e poi dall’altra; allo stesso tempo tira i gomiti dietro la schiena più che puoi, ma senza esagerare. Per allenarsi non serve forzare il fisico oltre i suoi limiti, basta semplicemente tendere i muscoli qualche secondo a ripetizione per mantenerli sani, elastici e contemporaneamente rafforzarli;
  • alza ora le braccia all’altezza delle spalle e inizia a ruotarle prima in avanti e poi all’indietro per circa quattro o cinque volte, mantenendo bene il controllo dei movimenti e cercando di renderli il più fluido possibile;
  • adesso puoi iniziare l’allenamento vero e proprio: se ti interessa rafforzare i bicipiti puoi sollevare dei pesi leggeri – se non hai pesi professionali usa una bottiglia d’acqua da 1,5 litri, ma solo se di plastica, il vetro può scivolare ed essere pericoloso. Solleva i pesi per circa 30 volte per ogni braccio e continua con l’esercizio successivo;
  • per allenare le gambe non c’è niente di meglio di una bella corsa o una passeggiata all’aria aperta. Ricordati però di muoverti in percorsi conosciuti e frequentati, così da poter chiedere aiuto a qualcuno in caso di necessità. Se hai invece qualche rampa di scale dentro o fuori casa puoi percorrerla per circa 15 minuti usando delle cavigliere con dei piccoli pesi.
  • a questo punto qualsiasi semplice allenamento di mantenimento prevede esercizi di defaticamento: 20 minuti sulla cyclette migliorano le capacità motorie e sensoriali, ma soprattutto la capacità respiratoria e la resistenza alla fatica.

Dopo qualche mese di esercizi ti sentirai meglio, più in forma e pronto per nuove esperienze sportive.

Scopri gli altri esercizi di ginnastica per disabili!

Vuoi saperne di più sull’attività fisica per disabili? Contattaci subito!