Chi è il Farmacista Counselor?

Il Farmacista Counselor: scopriamo insieme chi è questa figura professionale sempre più necessaria in Italia.

Mai come nel 2020 abbiamo potuto toccare con mano l’importanza del ruolo delle farmacie, in tutto il Paese.

Un ruolo che era già stato rafforzato trasformando, con il Decreto Legislativo n. 153 del 3 ottobre 2009, le farmacie da semplici fornitori a veri e propri riferimenti per cittadini che necessitano di usufruire dei servizi del Sistema Sanitario Nazionale.

Chi-E-il-Farmacista-che-fa-Counseling Chi è il Farmacista Counselor?
Per diventare Farmacista Counselor è necessaria una Formazione Integrativa Professionale non formale e una Educazione Continua Professionale.

Oggi, diamo ufficialmente il benvenuto a una figura professionale che rende ancora più complete e importanti le farmacie: il Farmacista Counselor –> Scopri che cosa significa lavorare come Counselor!

Chi è il Farmacista Counselor?

Per capire meglio chi è questa nuova figura professionale cerchiamo di spiegare, prima di tutto, di che cosa si occupa il Counselor.

L’attività di Counseling può essere proposta da un professionista specializzato nell’ambito e capace di accompagnare le persone in momenti particolarmente difficili della loro vita o in periodi di cambiamento.

Il Counseling è «[…] un uso della relazione basato su abilità e principi che sviluppano l’accettazione, l’autoconsapevolezza e la crescita della persona; può essere mirato alla definizione di problemi specifici, alla presa di decisioni, ad affrontare i momenti di crisi, a confrontarsi con i propri sentimenti e i propri conflitti interiori o a migliorare le relazioni con gli altri, rispettando i valori, le risorse personali e la capacità di autodeterminazione dell’individuo» (British Association for Counseling and Psycotherapy, BACP)

In ambito sanitario, il Farmacista con competenze di Counseling può: 


• aiutare le persone e i loro familiari ad affrontare problemi di salute, comportamenti a rischio, difficoltà di gestione di cari con patologie particolari

• accompagnare le persone a fare delle scelte per gestire in modo consapevole le difficoltà legate al loro stato di salute (scelta della badante, della casa di accoglienza, dell’avvio di una cura)

incoraggiare persone, familiari e caregiver a reagire davanti ai periodi complessi e particolarmente delicati (un lutto, la degenerazione di una malattia)

In parole semplici, possiamo dire che il ruolo più importante del Farmacista Counselor è aiutare le persone ad aiutarsi da sole.

Perché proporre il Counseling in Farmacia?

Per i suoi clienti, il Farmacista non è solo il titolare di un negozio o un fornitore di medicinali. In alcuni casi, diventa un sostegno, un consigliere, un confidente e una valvola di sfogo.

Proporre il Counseling in Farmacia significa rendere ufficiali, professionali, concrete e più complete tutte le funzioni di aiuto, di indirizzamento, di incoraggiamento e di accompagnamento che il farmacista si trova già spesso ad affrontare.

Farmacista-Counselor-Cosa-E Chi è il Farmacista Counselor?
Il Farmacista Counselor deve integrare le sue competenze con alcuni elementi base della relazione d’aiuto e argomenti che riguardano la sfera emotiva-emozionale, il benessere naturale e nutrizionale, l’ecologia, la biologia e la geopatia, ma non solo.

Inutile dire che una figura come il Farmacista Counselor ha un ruolo significativo anche nel processo di fidelizzazione dei clienti, oltre a offrire un aiuto e un supporto alle persone in difficoltà.

Vuoi saperne di più su chi è il farmacista Counselor? Iscriviti ai nostri corsi e diventa Counselor!