Ritrovare l’energia mentale e fisica

Ascoltarsi, coccolarsi, incoraggiarsi e voltare pagina: ecco come ritrovare l’energia mentale e fisica in un periodo no della vita.

Alcuni momenti della vita mettono a dura prova la nostra resistenza e la nostra positività. In questi momenti, sembra davvero impossibile ritornare a sorridere e a emanare quell’energica felicità che ha contraddistinto situazioni più belle e piacevoli.

Eppure, l’energia positiva non va solo aspettata, va ricercata prima di tutto dentro noi stessi, anche quando la nostra mente e il nostro fisico ci sembrano spenti e rallentati dalle difficoltà quotidiane e dal peso dei pensieri.

La negatività è la principale nemica dell’energia mentale e fisica. Allenarsi a pensare positivo e a sostituire le lamentele con considerazioni costruttive permette un po’ alla volta di ritrovare il proprio entusiasmo.

Ma attenzione a non scambiare dei normalissimi sbalzi d’umore stagionali con situazioni più complesse. Troppo spesso si utilizzano facilmente parole davvero impegnative quando invece si dovrebbe parlare di «tristezza» o di «malinconia» –> Scopri che cos’è la malinconia d’autunno e come affrontarla!

Ascoltarsi per capire il motivo della stanchezza 


Per lasciarsi alle spalle lo stress, la stanchezza e la negatività, il primo passo da fare consiste nel cercare di riconoscere i motivi che hanno generato la condizione attuale.

«Non si troverà mai la pace interiore fino a quando non si imparerà ad ascoltare il cuore» 
(George Michael)

La fine di una relazione, una separazione complessa, un problema di salute, delle difficoltà economiche, un lutto: sono tutte situazioni che, inevitabilmente, generano delle tensioni che poi si riflettono sulla nostra mente e sul nostro fisico.

Per iniziare ad ascoltarsi serve quindi: 


• prendersi tutto il tempo necessario per capirsi, senza fretta

• accogliere la stanchezza per elaborarla

• chiedersi cosa si può cambiare per migliorare

• capire qual è la propria idea di felicità

• sentire il desiderio di cambiare

Sauna, ristorante, corsetta mattutina, una passeggiata nel bosco e un bel riposino pomeridiano: a volte, per ritrovare l’energia giusta, serve anche staccare la spina, scollegarsi dal computer e dal telefono per dedicarsi esclusivamente a noi stessi.

Curarsi e coccolarsi, dall’alimentazione allo sport

Per ritrovare l’energia mentale e fisica bisogna dedicarsi dei tempi di recupero durante i quali rilassarsi, coccolarsi, chiudere fuori dalla porta le difficoltà e pensare esclusivamente a se stessi.

Non possiamo decidere a priori quanto tempo serva per recuperare, in base alla situazione saranno proprio la nostra mente e il nostro fisico a dirci quando saremo pronti per tornare ad affrontare una sfida, organizzare un progetto, vivere un nuovo amore, o semplicemente per gestire la quotidianità con la giusta determinazione.

Quanto tempo serve per ritrovare l’energia mentale e fisica? Nessuno può dircelo con certezza, tranne la nostra mente e il nostro fisico 😉

Possiamo tuttavia decidere di aiutare la nostra mente e il nostro fisico svolgendo attività rilassanti, concedendoci momenti di pausa, stimolandoci con lo sport che amiamo di più o semplicemente ascoltando della musica piacevole.

Lasciare andare i pensieri negativi

La negatività assorbe l’energia positiva delle persone. È inutile quindi cercare stimoli e incoraggiamenti se noi per primi passiamo il tempo a riempire la nostra vita di lamentele, di giudizi, di critiche e di rimproveri verso noi stessi o verso gli altri.

Con un po’ di allenamento, sostituire i pensieri negativi con quelli positivi può aiutarci a cambiare il nostro modo di vedere le cose e, successivamente, di viverle. Inevitabile, a questo punto, provare più entusiasmo e sentirsi vivi, sia fisicamente sia mentalmente.

Vuoi saperne di più su come ritrovare l’energia mentale e fisica? Iscriviti al nostro corso e diventa Coach!