Il ruolo decisivo del Mental Coach nello sport

Come il Mental Coach gioca un ruolo decisivo nella preparazione fisica e mentale degli sportivi.

Sempre più atleti, in tutto il mondo, intraprendono percorsi di Mental Coaching per ottimizzare le prestazioni sportive.

Allenarsi con costanza, avere una buona predisposizione fisica, potenziare la resistenza e perfezionare la tecnica non sempre basta, soprattutto quando gli obiettivi desiderati raggiungono livelli professionali alti.

Ciò che fa la differenza, tra gli sportivi migliori, è proprio l’approccio mentale nei confronti degli allenamenti e delle competizioni.

Non a caso, infatti, moltissimi atleti che hanno scritto la storia sono riusciti ad emergere nonostante grandi difficoltà personali che, paradossalmente, hanno temprato e forgiato ancora di più la loro motivazione.

L’allenamento mentale può potenziare in modo esponenziale le capacità fisiche di uno sportivo durante gli allenamenti e, in particolare, durante le competizioni.

Affidarsi a un Mental Coach può davvero fare la differenza nella crescita di uno sportivo. Ma è altresì fondamentale trovare la giusta combinazione tra Coach e Coachee, esattamente come deve esserci sintonia tra allenatore e atleta –> Scopri quali sono le caratteristiche personali di un Mental Coach!

Come la mente influenza la prestazione sportiva

Chi pratica qualsiasi tipo di disciplina sportiva sa bene quanto la mente possa giocare un ruolo decisivo nel raggiungimento di un risultato. Se bastasse solo prepararsi fisicamente, il numero delle persone sul podio delle competizioni sarebbe davvero alto, ma così non è.

Se ci facciamo caso, chi risalta tra tutti è sempre l’atleta che ha affrontato strade irte di spine, che nonostante le grandi difficoltà è riuscito a resistere, che ha investito tutto se stesso nello sport e che è riuscito a mantenere viva la passione, l’entusiasmo, la piacevolezza di allenarsi e di confrontarsi.

«La pace, la beatitudine, la gioia, non dipendono dalla realizzazione di obiettivi, ma solo da un atteggiamento mentale» 
(Raffaele Morelli)

La mente può farci sentire pronti, sicuri, preparati, forti, così come può invece portarci a credere il contrario, fino a modificare la nostra realtà, il nostro essere, le nostre azioni. Imparare a gestire i pensieri e a canalizzare correttamente le emozioni è il primo passo da compiere per aumentare il proprio livello di sportivo.


Il Mental Coaching per allenare la mente 


Stress, paure, pensieri negativi, dubbi: anche gli sportivi più importanti si trovano spesso a fare i conti con gli scherzi della mente, che insinua preoccupazioni riguardo la propria preparazione e le proprie capacità.

Il Mental Coach aiuta gli sportivi a: 


• isolarsi dall’ambiente esterno

• sfruttare le emozioni a proprio vantaggio

• mantenere il proprio focus in situazioni diverse

• visualizzare la propria performance prima e durante la sua esecuzione

• motivare e ascoltare il proprio fisico

• costruire un piano di potenziamento personale

• rafforzare la propria auto-efficacia

Il nostro cervello può renderci invincibili oppure frenarci. Sta a noi, alla nostra motivazione e alla nostra consapevolezza, gestire correttamente i pensieri negativi e trasformarli prima in desideri positivi e, dopo, in una fantastica realtà.

In questo senso, il Mental Coach è un vero e proprio allenatore della mente che affianca l’allenatore del fisico, oppure che corrisponde alla stessa figura.

Il suo compito principale è portare lo sportivo a sviluppare una forte consapevolezza di sé, ma anche a insegnargli tecniche di concentrazione, di automotivazione e di potenziamento della propria persona interiore.

Vuoi saperne di più sul ruolo del Mental Coach nello sport? Iscriviti al nostro corso!